Italian English French Spanish

Reg. UE 611/14

Progetto 611/14

La recente riforma della PAC e i nuovi orientamenti comunitari, hanno determinato la necessità di intraprendere percorsi di sviluppo mirati da parte delle Organizzazioni di Produttori (OP), in applicazione dei Reg. CE 1308/13 e dei successivi Reg. UE 611/14 e 615/14, volti a costruire un “Sistema eco-compatibile nella filiera olivicolo-oleicola”, costituito da risorse umane, da tecnologie e da procedure operative, in grado di fornire servizi reali agli olivicoltori. Un vero sistema agronomico integrato con l’ambiente che deve interpretare l’olivicoltura come parte essenziale e fondamentale per lo sviluppo integrato ed equilibrato delle zone rurali.

Questo nuovo percorso prevede il miglioramento della qualità dei processi produttivi e degli oli di oliva assicurando l’adeguamento alle norme nazionali e comunitarie che disciplinano il settore. Tale obiettivo passa attraverso l’incentivazione di tecniche agronomiche eco sostenibili al fine di dare all'olivicoltura un ruolo primario nella gestione e caratterizzazione delle aree rurali.

Per raggiungere tali obiettivi è necessario operare con azioni integrate volte all'introduzione sia di innovazione nelle diverse fasi della filiera che di conoscenze e competenze dei diversi operatori.

Risultano perciò di primaria importanza:

- Diffondere tra gli operatori di nuove conoscenze tecnico-scientifiche;

-   Migliorare le tecniche di difesa finalizzandole ad un incremento qualitativo del prodotto e ad una maggiore salvaguardia dell’ambiente;

-   Sensibilizzare gli operatori verso tecniche di gestione degli uliveti che salvaguardano l’ambiente ed il territorio;

-   Favorire la concentrazione del prodotto presso il centro di stoccaggio o presso strutture convenzionate;

- Diffondere ed incrementare modalità di raccolta, stoccaggio, trasporto e trasformazione che consentano un aumento dei livelli qualitativi del prodotto ottenuto.

In generale il REG. CE 611/14 e 615/14 suddividono le attività del comparto olivicolo in 6 settori all'interno dei quali è possibile operare per la concessione degli aiuti:

ØSETTORE 1 - Monitoraggio e gestione amministrativa del mercato del settore dell’olio di oliva e delle olive da tavola

ØSETTORE 2 - Miglioramento dell’impatto ambientale dell’olivicoltura

ØSETTORE 3 - Miglioramento della competitività dell'olivicoltura attraverso la modernizzazione

ØSETTORE 4 - Miglioramento della qualità della produzione dell’olio di oliva

ØSETTORE 5 - Tracciabilità, certificazione e tutela della qualità dell’olio di oliva

ØSETTORE 6 - Diffusione di informazioni sulle attività svolte dalle organizzazioni di operatori 

StampaEmail