Italian English French Spanish

Mis. 4A

Misura 4.a - Miglioramento delle condizioni di coltivazione, di raccolta, di consegna e di magazzinaggio delle olive prima della trasformazione e connessa assistenza tecnica.

L’olivicoltura italiana deve puntare all’ottenimento di un prodotto di alta qualità e alla riduzione dei costi di produzione, per mantenere un’adeguata competitività sui mercati internazionali.

Tale obiettivo è raggiungibile solo attraverso l’attuazione di precise pratiche agronomiche che consentano di ottenere dei prodotti sani e con buone caratteristiche organolettiche nonché tramite processi di raccolta, conferimento e trasformazione eseguiti a regola d’arte e con le prassi dovute volti a non alterare le caratteristiche del prodotto.

Gli interventi proposti, tramite quest’azione, si distinguono in:

Ø  Miglioramento delle condizioni di coltivazione di tutte le fasi del ciclo dell’olivo con riferimento agli aspetti agronomici e fitosanitari

Le attività, dirette al miglioramento delle condizioni di coltivazione, sono rappresentate dal monitoraggio delle infestazioni diffuse sul territorio, in quanto i danni alle produzioni variano sensibilmente a seconda delle diverse situazioni agro-ambientali (condizioni climatiche, varietà, posizione geografica, orografia ecc.). Tale azione si propone dunque di svolgere un’attività di monitoraggio e controllo del grado di infestazione dei principali parassiti dell’olivo, quali Prays oleae (tignola dell’olivo), Saissetia oleae (cocciniglia mezzo grano di pepe), Spilocaea oleagina (cicloconio), al fine di razionalizzare gli interventi di difesa fitosanitaria.

Ø  Diffusione dell’impiego di attrezzature e mezzi di raccolta tecnologicamente avanzati mediante attività dimostrative o applicazione collettiva

La raccolta rappresenta, ancora oggi, per le piccole-medie aziende una delle principali voci negative di bilancio. Infatti, la bassa meccanizzazione, i non corretti metodi di raccolta e l’esecuzione della stessa in momenti non opportuni, porta all’ottenimento di un prodotto di bassa qualità e di minimo ritorno economico. Tale azione è orientata, dunque, a favorire la realizzazione di un programma di applicazioni collettivo di pratiche innovative di raccolta tramite l’utilizzo di scuotitori semoventi, di piccoli agevolatori, di reti o teli che consentono di ridurre i costi di produzione e di ottenere un prodotto di qualità.

Il programma si basa sull’utilizzo collettivo, particolarmente nelle aree ad orografia difficile, di reti e cassette in plastica fessurate per la raccolta delle olive e di macchine agevolatrici quali scuotitori, pettini pneumatici o piccoli abbacchiatori elettrici.

A completamento dell’attività si prevede, durante il periodo di raccolta ottobre-novembre, la realizzazione di giornate dimostrative per la diffusione della raccolta meccanizzata.

Ø  Magazzinaggio e consegna delle olive all'impianto di trasformazione entro 24 ore dalla raccolta utilizzando contenitori a pareti rigide e fessurate.

L’attività prevede delle azioni di applicazione di tecniche per la semplificazione di immagazzinaggio e consegna delle olive all’impianto di trasformazione che tendono a salvaguardare e migliorarne le caratteristiche qualitative delle olive. L’azione si esplica tramite la diffusione dell’utilizzo di contenitori a pareti rigide e fessurate che consentiranno l’avvio delle olive all’impianto di trasformazione entro le 24 ore dalla raccolta.

StampaEmail